La rivista americana WineSpectator ogni anno, stila la sua celebre “Top 100”, da sempre uno dei verdetti più attesi nel mondo dell’enologia internazionale.

La “Top 100” di WineSpectator ha debuttato nel 1988 ed è diventata una classifica davvero in grado di orientare il mercato di tutto il mondo. Gli esperti della rivista americana  hanno degustato, per la classifica 2017 parecchie migliaia di vini di tutto il pianeta. La selezione è avvenuta secondo quattro criteri: la qualità (rappresentata dal punteggio assegnato), il valore (prezzo), la disponibilità (produzione) ed un “fattore x” che i giornalisti di WineSpectator definiscono “excitement”. Arrivare alla classifica definitiva è dunque, una vera sfida, secondo il Senior Editor Bruce Sanderson, ed alla fine ecco pubblicati i più entusiasmanti vini del mondo per il 2017 per qualità, valore e disponibilità sul mercato americano. Il primo in assoluto è un merlot Californiano prodotto in Napa Valley, ma le etichette Italiane non mancano pur essendo scese a 16 sulle 18 dell’anno precedente.  Nei Top 10 il Brunello 2012 Casanova di Neri, che ritorna nella speciale classifica dopo il 2006 quando l’azienda di Giacomo Neri piazzò il Brunello Tenuta Nuova al primo posto mondiale. Dei sedici italiani, 6 sono toscani; a quota 2  Piemonte, Veneto e Campania e a quota 1 Umbria, Marche, Calabria e Sicilia.

Il nostro Aglianico torna in classifica dopo 5 anni, nel 2012 era il #100 e risale la china per assestarsi nel 2017 al 71°posto. Ma non siamo da soli, un altro Irpino si piazza con un vino bianco: il Greco di Tufo docg 2016 Di Meo , un bianco che a livello internazionale si conferma campione di vendite e che sta diventando sempre di più bandiera del territorio Irpino.

Volendo analizzare la classifica, si conferma la supremazia Californiana e Francese, tuttavia andando nel dettaglio del dato Italiano è sicuramente la Toscana a farla da padrone. Nonostante l’esigua presenza Italiana in classifica, che certo non ci fa piacere, ci preme sottolineare il dato, che la Campania, risulta rappresentata alla pari di Piemonte e Veneto, storicamente Regioni leaders sul mercato Statunitense. Questo non è un dato  di poco conto insieme al fatto che la Campania supera la Sicilia e che entra in classifica anche un’altra Regione del Sud: la Calabria.top 100

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...